Identità e ruolo delle popolazioni alpine fra passato presente e futuro
Atti del convegno di studi, AA.VV., tipografia Bettini, Sondrio,1997

Si tratta degli atti del Convegno che si svolse a Sondrio nell’Ottobre del 1996 in collaborazione con la Sezione Valtellinese di Sondrio del Club Alpino Italiano; vi sono pubblicati saggi di Annibale Salsa, Roberto De Martin, Federico Lottersberger, Pier Paolo Viazzo, Glauco Sanga, Giovanni Kezich, Gian Paolo Torricelli, Henry Ruoger, Karl Ilg, Helmuth Moroder., Guglielmo Scaramellini, Gina Paolo Gri, Ivan fassin, Fabrizio Caltagirone, Enrico Pelucchi.
PDF  | Stampa |
 
Vittorio Sella in Valtellina
Mario Pelosi, P. Racanicchi, tipografia Bettini, Sondrio,1992.

Nel febbraio 1989, per la cura di Mario Pelosi, si è tenuta la mostra delle fotografie di Vittorio Sella; sono state esposte 71 fotografie, delle quali 22 di montagne non valtellinesi (Gruppo del Monte Rosa, Gruppo del-l’Adamello, Caucaso, Africa equatoriale, Karakorum, K2); l’iniziativa si è svolta in collaborazione con l’Istituto di fotografia alpina “Vittorio Sella” di Biella e con la Banca Popolare di Sondrio; alla inaugurazione ha presenziato una rappresentanza della Famiglia Sella presieduta da Ludovico Sella.Le fotografie di Vittorio Sella compongono il primo organico insieme di vedute delle nostre montagne, così come si presentavano sul finire dell’800, nel momento della fondazione del Club Alpino Italiano. Vittorio Sella appare come grande pioniere della scienza e della tecnica fotografica ed al tempo stesso come artista della paesaggistica alpina; le sue immagini trascendono il momento della pura testimonianza visuale, per concretarsi in vere e proprie composizioni nelle quali domina la ricerca di un equilibrio fra le masse ed i cromatismi dei caratteri del paesaggio delle Alte Alpi.
Leggi tutto...
PDF  | Stampa |
 
Le Orobie Valtellinesi - Sentiero Bruno Credaro
Carta escursionistica, Antonio Boscacci, L. Mottarella, tipografia Mevio, Sondrio,1982.

Un commento merita l’iniziativa della Carta escursionistica delle “Orobie Valtellinesi “, perché questa fu l’occasione nella quale si individuò e si propose di segnare il sentiero che percorre in quota longitudinalmente tutta la catena delle Alpi Orobie dal Monte Legnone fino al Passo del-l’Aprica; questo itinerario divenuto poi la “Gran Via delle Orobie Valtellinesi” aprì la strada alla valorizzazione escursionistica del nascente Parco Regionale delle Orobie Valtellinesi, istituzione che fu fortemente voluta e promossa dal Club Alpino Italiano.
PDF  | Stampa |
 
La Valmalenco
Luigi Livieri, tipografia Bettini, Sondrio,1971.

Il testo scritto da Luigi Livieri su “La Val Malenco” è una delle prime descrizioni della valle nella quale sono tratteggiati tutti gli elementi utili ad una approfondita conoscenza del paesaggio e dell’ambiente: il nome, le vicende storiche, il rilievo, la geologia, i ghiacciai, i corsi d’acqua, i laghi, il clima, la flora e la fauna e gli itinerari; la pubblicazione è corredata di una carta geografico escursionistica e di una toccante “Memoria di Luigi Bombardieri”.
PDF  | Stampa |
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto di utilizzare i cookie su questo sito.